Interpello n. 23 del 06/10/2014 - Interpretazione art. 3 del DPR n.177/2011

Ti trovi qui: News - Interpelli e circolari - Interpelli e circolari ambienti confinati - Interpello n. 23 del 06/10/2014 - Interpretazione art. 3 DPR n.177/11
06-10-2014
Interpelli e circolari ambienti confinati

Interpello n. 23 del 06/10/2014 - Interpretazione art. 3 del DPR n.177/2011

spazi-confianti

Quesito

La Federazione delle Imprese Energetiche e Idriche (FederUtility) ha inoltrato istanza di interpello per conoscere il parere di questa Commissione in merito alla corretta interpretazione dell'art. 3, commi 1 e 2, del D.P.R. 14 settembre 2011, n. 177.

Sintesi

  • Per quanto riguarda l'interpretazione dell'art. 3, comma 1, del D.P.R. 14 settembre 2011, n. 177, è parere di questa Commissione che la finalità del legislatore sia quella di assicurare, a tutti coloro che accedano in ambienti sospetti di inquinamento o confinati, una puntale e dettagliata informazione fornita dal datore di lavoro committente [...].
  • Per quanto riguarda l'interpretazione dell'art. 3, comma 2, del D.P.R. 14 settembre 2011, n. 177, è parere di questa Commissione che il ruolo affidato dal legislatore al "rappresentante" che deve essere individuato dal datore di lavoro committente sia del tutto particolare e finalizzato a coordinare le attività che si svolgono nell'intero teatro lavorativo e per tutto il tempo necessario.[...]


Per la lettura integrale dell'interpello, vai all'allegato

Interpello n. 23 del 06/10/2014 - Interpretazione dell'articolo 3, commi 1 e 2 del D.P.R. 14 settembre 2011, n. 177

 
 
 
02-11-2015
Interpello n. 10 del 02/11/2015 - Applicazione del DPR 177/11
Realizzato da w-easy