14-04-2017

Introduzione del reato di omicidio sul lavoro e del reato di lesioni personali sul lavoro gravi o gravissime

20-02-2017

Atti del Convegno Sicurezza Macchine e Attrezzature tenutosi a Treviso il 31 gennaio 2017

31-01-2017

Il 20.01.2017  l'Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA), ha presentato uno strumento di visualizzazione online che permette di analizzare dati e indicazioni raccolti dal progetto pilota "Lavoro più sicuro e più sano ad ogni età – Sicurezza e salute sul lavoro (SLL) nel contesto di una forza lavoro che invecchia" condotto dalla stessa Agenzia e avviato dal Parlamento europeo.

30-04-2016

Campagna Ambienti di Lavoro sani e sicuri 2016-2017

14-09-2015

Una descrizione dettagliata dei diversi ruoli all'interno del cantiere e la loro gerarchia operativa, come guida per la gestione dei compiti di ogni "attore" per garantire la sicurezza dei lavoratori

10-10-2013

Il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco ha firmato due protocolli di intesa, uno con il consiglio nazionale degli Ingegneri ed il secondo con quello degli Architetti al fine di promuovere i principi della sicurezza e della prevenzione incendi.

25-07-2013

Attraverso l'analisi della gestione del rischio cadute dall'alto si propongono buone prassi.

31-05-2013

Come garantire un minor ippatto acustico degli insediamenti produttivi

05-03-2013

Alla luce del DPR 177/2011 un approfondimento riguardo le responsabilità negli ambienti confinati.

04-02-2013

Due esempi di interventi in un impianto di depurazione all'interno di un convegno tenutosi a Bologna.

 
 
Indietro

Piano di prevenzione infortuni macchine ed attrezzature

Sicurezza delle macchine e attrezzatureL'Azienda ULSS 2 Marca Trevigiana in collaborazione con il Tavolo Provinciale di Coordinamento per la Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro nella provincia di Treviso ha organizzato, il 31 gennaio 2017 a Treviso, un convegno dal titolo: PIANO MIRATO DI PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SICUREZZA DELLE MACCHINE E DELLE ATTREZZATURE

Nell’ambito del Piano Regionale di Prevenzione 2014-2018 sono previsti interventi di comparto per la prevenzione degli infortuni sul lavoro.

A tale scopo l'Azienda ULSS 2 Marca Trevigiana ha condiviso con le parti sociali, a livello Regionale, alcuni documenti di supporto per l’autovalutazione da parte delle aziende appartenenti ai comparti produttivi a maggior rischio. Il comitato di coordinamento della provincia di Treviso ha preferito non agire su uno specifico comparto ma ha indirizzato l’azione su tutto il settore manifatturiero con priorità su un rischio specifico e trasversale: INFORTUNI ALLE MANI COME CONSEGUENZA DI MANCANZA DI SICUREZZA DELLE ATTREZZATURE a causa del numero ancora elevato di eventi invalidanti (con amputazioni).

Il convegno è stato riservato a chi svolge il ruolo di RSPP/ASPP o di consulente alle aziende su questo tema e illustra le modalità con cui vengono svolti i controlli e le azioni di assistenza/supporto alle aziende sviluppate anche in collaborazione con gli organismi paritetici dell’industria e dell’artigianato.

Relatori

  • dott. Giovanni MORO: direttore SPISAL ULSS 2 Marca Trevigiana -Distretto di Pieve di Soligo – coordinatore CPC Treviso
  • dott. Roberto Agnesi: direttore SPISAL ULSS 2 Marca Trevigiana – Distretto di Treviso
  • dott. Enrico Contessotto: direttore f.f. SPISAL ULSS 2 Marca Trevigiana – Distretto di Asolo
  • dott. Adriano Cunial: coordinatore SPISAL ULSS 2 Marca Trevigiana – Distretto di Asolo
  • dott. Giangiacomo Marchesan; TdP SPISAL ULSS 2 Marca Trevigiana – Distretto di Treviso

PIANO MIRATO DI PREVENZIONE SPISAL DELLA PROVINCIA DI TREVISO

formato pdfIl Piano Regionale Prevenzione 2014-2018 - dott. Giovanni Moro

Pianificazione della prevenzione 2014-2018: dalla pianificazione nazionale alla pianificazione aziendale e stesura del PPA (Piano Prevenzione Aziendale) allo scopo di ridurre del 10% il rischio di infortuni con p'articolare riferimento a quelli gravi e alle attività a maggior rischio.

formato pdfLo sviluppo del piano mirato di prevenzione nella ULSS 2 Marca Trevigiana - dott. Roberto Agnesi
  • Lettura delle statistiche di infortunio - Rapporto INAIL
  • Prima dell’avvio del piano ogni anno c’erano costantemente circa 80 infortuni con amputazioni dell’arto superiore almeno metà sono avvenuti a causa di macchine o parti di macchine e attrezzature. Anche infortuni per sciacciamento di tutto il corpo o di parti vitali.
  • La maggior parte delle sanzioni in caso di ispezione (senza infortunio) riguarda la mancanza di sicurezza di macchine (Anche quelle con marcatura CE). Manomissione dei sistemi di sicurezza (ripari, interblocchi etc.)
  • Attività di controllo e adesione volontaria
  • Sviluppo del piano
formato pdfLe criticità riscontrate nei controlli- dott. Enrico Contessotto - dott. Adriano Cunial
  • Uso delle schede di autovalutazione,normativa tecnica di riferimento, DVR – esempi

Il concetto che si hanno voluto far passare, in sintesi, è che l’approccio anglosassone, datore di lavoro, rspp, valutazione del rischio, documento è valido solo se l’analisi delle criticità e la implementazione delle soluzioni si spinge fino alla applicazione completa e corretta di quanto previsto dalla normativa tecnica e dalla migliore prassi, ovvero fino ad una efficace protezione oggettiva.

 
 
 

Sede legale e operativa

studio di marco bizzotto

Marco Bizzotto Srl - Socio Unico

Via Germania, 16/7 - 35010 Vigonza (PD)
C.F. / P.Iva 02534140286
Società iscritta alla CCIAA di PADOVA
REA: PD-260266
Cap. Soc. versato: € 12.912,00

Tel/Fax: 049 / 8936801
Cellulare 348 28 77 478

E-mail: info@ marcobizzotto.it
E-mail certificata: pec@pec.marcobizzotto.it

Privacy Policy

 

 

Richiedi Informazioni

Il seguente campo NON deve essere compilato.
 
 
Realizzato da w-easy
valid CSS 2.1 Valid XHTML 1.0 Strict